Meeting Italian Network Group Nanda International

0
136

Lo scorso 20 Giugno si è tenuto ad Arezzo il meeting dell’Italian Network Group di NANDA International, che ha celebrato il cinquantesimo anniversario delle diagnosi infermieristiche nel mondo. Questo evento ha seguito cronologicamente la grande celebrazione di Boston del 14-16 giugno, a cui hanno partecipato anche alcuni delegati italiani.
NANDA International è infatti articolata in una rete internazionale di oltre 30 paesi, che si impegna a migliorare la qualità dell’assistenza infermieristica e la sicurezza degli assistiti attraverso l’utilizzo di pratiche basate sull’evidenza. Il network italiano è presieduto dalla Dott.ssa Vianella Agostinelli, Direttore Infermieristico Asl Toscana Sud-Est, e conta attualmente circa 40 membri provenienti da diverse discipline tecniche, organizzative, formative e di ricerca, tra cui ovviamente dottori di ricerca infermieristica.
Il gruppo italiano, fondato nel 2017 da 10 soci fondatori, ha come obiettivo lo sviluppo, il miglioramento e la diffusione della terminologia delle diagnosi infermieristiche secondo la tassonomia NANDA-I. Le diagnosi infermieristiche rappresentano infatti il linguaggio utilizzato dagli infermieri per comunicare le loro conoscenze e giudizi professionali agli assistiti, ai colleghi, ai membri di altre discipline e ai cittadini.
Il vanto è doppio, perché oltre ad ospitare il meeting, l’ASL Toscana Sud-Est ha vinto il primo premio internazionale per l’implementazione delle diagnosi infermieristiche e del primary nursing nelle aree mediche di tutto il territorio. Questo grande risultato è stato possibile grazie al progetto ”poster”, che ha ottenuto il maggior punteggio per la sua concretezza e innovazione in un contesto ad alta complessità assistenziale. Il progetto propone l’implementazione computerizzata delle diagnosi infermieristiche NANDA International e del modello organizzativo di Primary Nursing, che prevede la presenza di un infermiere referente per ogni assistito ricoverato, nelle aree mediche aziendali.
L’ordine degli infermieri, come ricorda il Presidente OPI regionale Giovanni Grasso, ha un ruolo fondamentale, perché oltre a possedere le competenze, detiene un elevato livello di autonomia professionale, proprio in virtù del presidio della diagnosi infermieristica. Le diagnosi infermieristiche sono infatti la risposta ai bisogni di salute dei cittadini. Il processo assistenziale rappresenta la base per la presa in carico della persona assistita e la tassonomia NANDA-I è lo strumento fondamentale che permette di uniformare il linguaggio del professionista infermiere, misurando e valutando i risultati assistenziali in modo scientifico.

Autori