La comunicazione tra i professionisti della salute

0
51

La comunicazione ha un ruolo significativo in ambito sanitario, promuove la sicurezza degli assistiti permettendo la riduzione dell’insorgenza dei fattori di rischio.
Ecco perché diventa fondamentale standardizzare la comunicazione in ambito sanitario, rivolgendo particolare attenzione sia al linguaggio comune che alla modalità di trasmissione del messaggio sia ai contenuti trasmessi.
Il passaggio di consegne viene eseguito ogni qual volta si rende necessario uno spostamento fisico dell’assistito, ad esempio durante il trasferimento dello stesso tra reparti o tra strutture sanitarie diverse, quando si conclude una procedura specifica, quindi passaggio dal blocco operatorio a degenza chirurgica, quando si modifica l’intensità delle cure, ad esempio trasferimento da terapia intensiva alla degenza; oppure ogni qual volta cambi il professionista che ha in cura l’assistito.
Il passaggio di consegna infermieristico rappresenta un momento estremamente importante per l’infermiere, durante il quale, all’interno del gruppo infermieristico, avviene la condivisione dei dati e informazioni che consentono la presa in cura dell’assistito e la successiva pianificazione assistenziale da parte del professionista che inizia il turno.
Il passaggio di consegna infermieristico o “handover” è l’attività infermieristica che consente lo scambio di informazioni tra i componenti del team riguardo ad un assistito ed implica il trasferimento del controllo e della responsabilità per quel paziente, con lo scopo di garantire la continuità assistenziale e la sicurezza dell’assistito stesso. L’obiettivo primario del passaggio di consegna è quello di fornire informazioni accurate riguardo la presa in cura, ai trattamenti, alle condizioni attuali e qualsiasi recente o prevedibile cambiamento.
I problemi di comunicazione clinica infatti costituiscono importanti fattori che contribuiscono nel 70% dei casi ad eventi sentinella con un aumentato rischio di eventi avversi.
Gli stessi trasferimenti dal contesto ospedaliero a quello territoriale, sempre più frequenti, sono spesso caratterizzati da una comunicazione ritardata e non accurata. Se le informazioni clinicamente rilevanti non sono condivise in modo accurato e tempestivo, si possono verificare eventi avversi, ritardi nel trattamento e nella diagnosi, trattamento inappropriato e/o omissione di cure, nonché contenziosi per malasanità.
Svolgere una consegna infermieristica chiara, completa, centrata sulla persona in modo tempestivo, usando un metodo standardizzato, formato e strutturato consente di raggiungere i seguenti obiettivi chiave:
• Fornire una comunicazione mirata
• Migliorare la sicurezza dell’assistito
• Ridurre gli eventi avversi
In letteratura sono disponibili diversi strumenti da adottare al contesto clinico al fine di guidare il contenuto e la struttura della consegna. Il contenuto della consegna deve essere chiaro, conciso e i termini utilizzati facilmente comprensibili con poche abbreviazioni condivise. È responsabilità dell’infermiere che conduce il passaggio di consegne cliniche essersi preparato prima, completando il modello in uso previsto per il trasferimento, in modo che la documentazione risulti sempre aggiornata.

 

Il metodo SBAR è una sorta di verifica per comunicare tra i vari setting e operatori sanitari coinvolti.
Le consegne dell’assistito sono riportate in modo chiaro, completo rispettando una determinata sequenza.

Situation Identificazione dell’operatore • Identificazione del paziente • Rapido inquadramento della situazione
Background Diagnosi, anamnesi tra cui possibili infezioni in atto o pregresse, allergie, risultati di laboratorio e di altri interventi diagnostici
Assessment/accertamento Obiettività • Segni vitali • Valutazioni cliniche
Raccomandazioni Suggerimenti • Valutazione supportate da dati oggettivi

Al termine del processo comunicativo è necessario accertarsi che l’interlocutore abbia compreso correttamente tutte le informazioni fornite.

BIBLIOGRAFIA
Handover, Decreto n. 913 del 07/03/2016
Maria Randmaa, Gunilla Mårtensson, Christine Leo Swenne, et al.
SBAR improves communication and safetyclimate and decreases incident reports due study to communication errors in an anaesthetic clinic: to communication errors in an anaestheticon study
doi: 10.1136/bmjopen-2013-004268
BMJ Open 2014 4:

Urgenze ed Emergernze Istituzioni Maurizio Ghiaranda ed Piccin

Autore Alessandra Tofani

Autori